top of page
tavola 2 mordoom.jpg

Prima pietra: la caverna

“Li senti, figlia di capi? Senti i cori delle chitarre elettriche farsi sempre più lontani, mentre cammini nel buio di questa caverna? Lasciali andare. Lasciali andare insieme all’odore di polvere da sparo e ai sacri bagliori di nitrobenzene. Seguimi, Carabina, sangue del Clan Remington. Seguimi nel buio.

 

Guarda, figlia di Senatori, quello era il nostro regno, il regno più grande e potente della terra. Guarda, sangue del Clan Remington, guarda quelle torri di ferro e vetro e pietra che mai si consuma. Erano l’America, patria di aquile e coraggio, di armi e di libertà. Ma il mondo antico era marcio. Assediato da quattro demoni capaci di corrompere l’America dall'interno, come putrida cancrena e acido di batterie esauste.

Quali erano i quattro demoni, mi chiedi? Questa non è una domanda per Kraken Asesino. Cerca piuttosto Invicta Mordicemento, dei Servi della Ruggine. Lei saprà risponderti. O punire la tua ignoranza.

 

Il mondo antico era corrotto. Così, quando venne il giorno, quando nel cielo si accesero mille e mille stelle, figlie radioattive di quel sole che stava già flagellando la terra, l’America non seppe difendersi, troppo debole e malata. Giunse così l’attimo, la terra che tremò. L’aria si incendiò. E poi, il silenzio. Con un bagliore di megatoni più numerosi delle scaglie del grande serpente, il Fuoco Nero distrusse il mondo antico.

 

Il Fuoco Nero distrusse il mondo antico ma ci portò, in punta di lancia, il più grande dei doni: l’Inverno senza fine. Il bianco giudice. La fredda salvezza. Oscurato da una nube di neve color catrame, il malvagio sole, padre di tutte le bombe atomiche, smise di assaltare la nostra America con la sua torrida e troppo lunga estate di decomposizione. Davanti al grande ghiaccio, tutti furono giudicati. Tutti. Nessuno escluso. I veri eredi dell’America, i veri discendenti del grande spirito e del Secondo Emendamento, i nostri gloriosi antenati, decisero di sottoporsi alla grande prova, di purificarsi dai peccati del mondo antico, di scacciare la morsa dei quattro demoni, e si diedero completamente all’Inverno, diventando così i veri figli dell’epoca nuova. Ma gli altri, i vili e i colpevoli, coloro che avevano già una volta distrutto il nostro grande regno, si nascosero sotto terra, nei loro Vault, nelle loro caverne piene di miseri vizi elettronici.

 

Così successe, figlia di capi, che il mondo antico fu distrutto e il nostro ebbe inizio. Così successe, Carabina del clan Remington, ma questo non ti basterà a conoscere la nostra terra, a conoscere il nostro popolo, il Popolo del Congresso. Il nostro non è più un mondo di scritte e di registrazioni, la nostra è un’epoca di parole urlate da viva voce e di azioni compiute tra ferro e sangue. Se vuoi conoscere davvero il tuo mondo, sangue di Senatori, dovrai ascoltare le sue voci.

È il momento di iniziare il rito.

Io, Kraken Asesino, Pellegrino de los Muertos, ora lego i tuoi polsi e le tue caviglie con catene di ferro e di acciaio. Io, discendente della Santa Muerte, apro ora il barile del sacro benzene, possano i suoi vapori donarti l’illuminazione. Io, unto dal motore e dalle fiamme, ora chiudo l’ingresso di questa caverna. Ora tu ascolterai voci provenienti da tutta l’America. Tornerò tra un mese. Per allora, tu conoscerai il mondo. Oppure sarai morta come una sfigata.”

md3_edited_edited_edited.jpg
md1_edited_edited.jpg
bottom of page